Discussione:
CONTRO TUTTI - La storia del triplete è Bestseller su Amazon
(troppo vecchio per rispondere)
dario pistelli
2012-01-20 10:34:20 UTC
Permalink
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ

Hanno fatto di tutto per evitare che Mourinho vincesse lo scudetto.
C'e' solo un libro che racconta quello che è successo veramente.

Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli

Mourinho e i nemici, il racconto di una stagione incredibile. Le sfide
decisive e il vento contrario. Sartre e i calamari. L’invidia dei
gufi, Palazzi a bordo campo, il calcio di Totti, il Grande Slam, il
delirio, l’addio.

"E’ una società che ha il mondo contro l’Inter, e i tifosi lo sanno.
Questo elimina un problema che qualunque altra squadra avrebbe, al
quinto scudetto di fila. E’ normale che il quinto non sia come il
primo, ci si abitua a tutto, anche alle vittorie. Ci si aspetterebbe
quindi che, anche in vista dell’impegno di Madrid, la gioa sia
contenuta, l’esultanza stemperata nella concentrazione per la finale
di coppa, di lì a sei giorni.
E invece no, nelle menti di Moratti, dei giocatori, dei tifosi, di
Mourinho, scorrono le immagini di una stagione passata a schivare
proiettili, parare colpi bassi, difendersi da attacchi e bassezze di
tutti i tipi.
Le profezie di Lippi, il calendario a misura di Juventus, la
squalifica di Maicon, i nemici, le espulsioni con la Samp, il pugno di
Mexes.
Le squalifiche di Maicon e di Mourinho, le partite rinviate da
Galliani, Ale-Diego-Melo, Palazzi a bordo campo, i premi a perdere di
Mezzaroma, le telecronache di Sky. L’inno di Venditti e la gazzarra di
Torino, il calcione di Totti, l’applauso di Sneijder e le proteste di
Borriello. Il vento contrario, l’entrata di Riise su Sneijder,
Controcampo, i gufi, gli insulti a Materazzi, la squadra dell’amore"

"Al 70’ la gara, di fatto, si chiude. L’azione che porta al secondo
gol arriva grazie ad una azione velocissima, respinta di Samuel, i
trequartisti riconquistano palla e la giocano in velocità (l’oliato
ingranaggio di Mou gira alla perfezione), poi Milito, ancora lui, fa
il resto (..)
Ventitrè minuti dopo, per moltissimi in Italia è un brutto momento. Il
movimento calcistico italiano, la federazione, la stampa
specializzata, tutto il sistema delle comunicazioni di massa, i
cronisti ossequiosi, i commentatori lividi e i soloni sempre smentiti
dai fatti, tutti devono mandare giù un boccone davvero amaro. E chissà
quando riusciranno a digerirlo"



http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
ponziopilato
2012-01-20 10:47:12 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
ma ROTFLLLLLLLLLLLLLLLL
il manuale del perfetto interista
tutti ce l'hanno con lui
incredibileeeeeee
siamo alla follia
labp
2012-01-20 11:11:56 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
ma ROTFLLLLLLLLLLLLLLLL
il manuale del perfetto interista
tutti ce l'hanno con lui
incredibileeeeeee
siamo alla follia
oooponzio...è una follia lavarsi solo le mani e non il culo.

dai, sei imbarazzante...


--
labp
ponziopilato
2012-01-20 11:16:58 UTC
Permalink
Post by labp
dai, sei imbarazzante...
ma ROTFLLLLL
a quando il Santo interista martire sul calendario?
siete ridicoli
labp
2012-01-20 11:19:34 UTC
Permalink
Post by ponziopilato
Post by labp
dai, sei imbarazzante...
ma ROTFLLLLL
a quando il Santo interista martire sul calendario?
siete ridicoli
se vuoi possiamo fare ponzio martire da festeggiare il 20 gennaio...


--
labp
ponziopilato
2012-01-20 11:22:23 UTC
Permalink
Post by labp
se vuoi possiamo fare ponzio martire da festeggiare il 20 gennaio...
oddio ma è libero quel giorno?
perchè a me paiono tutti occupati da martiri interisti
:-)
eddaiiiii ma si può scrivere un libro del genere ?
ma davvero ci si può svendere così per 3 euro e pochi cent ?
Zorr®
2012-01-20 13:46:52 UTC
Permalink
Post by labp
oooponzio...è una follia lavarsi solo le mani e non il culo.
dai, sei imbarazzante...
ROTFL...mi sto pisciando dalle risate!
dario pistelli
2012-01-20 14:04:33 UTC
Permalink
IL CONTESTO


Per capire il delirio bisogna capire il contesto. Vincere fa sempre
piacere, ma vincere tutte le competizioni in una stagione è
l’esperienza più esaltante che un tifoso possa sperare di vivere.
E tuttavia questo non basterebbe ancora a giustificare l’impazzimento
della folla nerazzurra. Il vero gusto di queste vittorie è il sapore
dell’atto eroico, smisurato, disumano, estremo; molto di più di un
fatto sportivo, un risultato ottenuto oltre ogni umana possibilità e
ogni ragionevole aspettativa. Queste vittorie sono rese esaltanti
dalla forze formidabili che hanno cercato di fare in modo, a tutti i
costi, che l’Inter non vincesse.
Gino & Michele sono due umoristi affermati, ma tornati da Madrid,
intervistati da Luigi Bolognini di Repubblica, fanno considerazioni
molto serie: “Non avremmo mai pensato di assistere a una festa così
grande e prolungata. Ci ha molto sorpreso, perchè il tifoso interista
ha fama di essere (..) tranquillo, relativamente calmo. [Tra le cause]
le tensioni di tutta una stagione. Riguardavano altre competizioni, ma
ci sono state, e forti, c’era un’aria come se si volesse far vincere
la Roma”, “Sembrava che il discorso fosse: ok, vincerà l’Inter, ma
ingiustamente”, “[Mourinho] fa bene ad andarsene, e proprio per i
motivi di cui sopra: c’è troppa tensione in Italia, troppe ripicche
(..)”.
Non occorre qui ricordare calciopoli, ma anche negli ultimi anni il
vento contrario, i nemici (così li ha definiti Mourinho), il sistema
calcio in Italia, i media, la cultura, la politica (basta leggere
alcuni cronache parlamentari scritte subito dopo Lazio-Inter),
un’intera nazione, hanno tifato contro, sperato contro, lavorato
contro.

A che serve Mourinho? A cosa serve pagarlo 11 milioni netti (22 lordi)
l'anno? Sono soldi ben spesi quelli per il Vate portoghese, se poi
producono solo conferenze stampa effervescenti (naturali?) o polemiche
sollevate ad arte se deve fare lezioni su regolamenti che non conosce
o lezioni di vita al suo Balotelli, trattato proprio da zio Josè come
un bullo? Non lo si paga tanto, invece, per procedere alla
trasformazione eugenetica dell'Inter? Ovvero per l'attraversamento del
deserto da Ibra-dipendenti a Ibra-indipendenti, con soddisfazioni
europee? (..)
I due anni di Champions di Mourinho con l'Inter, in particolare quelli
dei gironi, sono non degni della storia dell'Inter, che non vince una
Champions da 45 anni ma che con Cuper di recente era arrivata con
maggiori squilli di tromba almeno alla semifinale. E allora torniamo
al quesito: ma serve proprio 'sto Mourinho? [Alvaro Moretti,
TuttoSport, 25 Novembre 2009]

http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
Uno per la Vigna
2012-01-20 13:47:42 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Ma si può leggere su un computer normale?
--
Biss


questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
dario pistelli
2012-01-20 13:29:58 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Ma si pu leggere su un computer normale?
--
Biss
http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=dig_arl_box?ie=UTF8&docId=1000576423
PC Windows, Mac, iPad, iPhone, Android, Kindle
Ciao

http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=dig_arl_box?ie=UTF8&docId=1000576423
dario pistelli
2012-01-20 13:32:09 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Ma si pu leggere su un computer normale?
--
Biss
http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=dig_arl_box?ie=UTF8&docId=10...
PC Windows, Mac, iPad, iPhone, Android, Kindle
Ciao
http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=dig_arl_box?ie=UTF8&docId=10...
IL PREMIO RETROCESSIONE

La penultima giornata è una formalità, due partite scontate. Entrambe
le pretendenti al titolo vincono, come previsto. D’altro canto, le
residue speranze della Roma erano già da prima concentrate sull’ultima
giornata, quando l’Inter andrà a Siena. Il presidente della squadra
toscana è Massimo Mezzaroma, costruttore.

(..) tra i costruttori romani ci sono molti tifosi della Roma e da
qualche giorno serpeggia un'idea: affiancare concretamente la Roma -
ove la società smettesse di chiudersi nel bunker - nell'individuazione
dell'area, nella progettazione e nella costruzione dello stadio. Senza
pretendere guadagni stratosferici, anzi senza guadagno o quasi: il
dare e l'avere da regolare con un piano da studiare insieme. Nessun
ingresso in società, ma un aiuto vero in un business che può
risollevare la Roma. E dare poi alla città un nuovo importante centro
di aggregazione.
"Mettiamoci insieme noi costruttori romani - dice Massimo Mezzaroma,
presidente della M. Roma Volley, la cui famiglia fu già in società coi
Sensi all'inizio, negli anni '90 - facciamo un business plan e
affianchiamo la Roma secondo le sue necessità (..) [La Repubblica, 8
maggio 2009]

Mourinho che, come lui stesso a ragione sostiene, non è un pirla, è
molto caustico su quella che già si prevede una battaglia che andrà
oltre ogni ragionevole dimensione agonistica. Dopo la vittoria in
coppa, Mou ironizza sulla destinazione dei soldi del premio-vittoria
che la Sensi, perdendo la finale, ha risparmiato.

Il già caldo post-partita, si scalda ancora di più con le
dichiarazioni sibilline del tecnico nerazzurro, che in zona mista
dichiara ai giornalisti presenti: “Chissà se anche la Roma darà
qualche soldo in più ai giocatori del Siena dopo quelli del presidente
loro”.
Una battuta che fa chiaro riferimento al premio salvezza che il
presidente del Siena, avversario dell’Inter all’ultima giornata,
Massimo Mezzaroma, ha intenzione di concedere ai suoi giocatori in
caso di conquista del terzultimo posto [forzaroma.info, 6 maggio 2010]

Dunque, veniamo informati, da fonte non certo sospetta, che Mezzaroma
ha promesso (guarda caso l’idea gli è venuta in vista di Siena-Inter,
non prima) ai suoi un premio salvezza, se arrivano terz’ultimi. Già,
il premio “salvezza”, strana definizione.
Anche questa è una cosa che ci fa piacere ricordare. Di fatto, il
romanista Mezzaroma, promette ai giocatori un premio se non perdono
con l’Inter. Un tale premio però (oltre che rappresentare una evidente
sostanziale violazione della regolarità del torneo, in quanto in
occasione di Siena-Roma non c’era nessun premio in palio) non è
consentito dai regolamenti. Quindi il premio salvezza viene
formalmente agganciato alla conquista del terzultimo posto, peccato
che tale piazzamento comporti la retrocessione, e non la salvezza.
Dunque, viene annunciato un premio per retrocedere, e la cosa viene
scritta e divulgata senza destare nessuna reazione, anche di questo
dovremo ricordarci a lungo.
dario pistelli
2012-01-20 13:39:33 UTC
Permalink
IN CERCA DELL'ANTI MILAN

Così come per il derby di andata, è difficile ricordare qual era
l’atmosfera e che tipo di aspettative c’erano la settimana precedente
Inter-Milan. Oggi sembra incredibile, ma dopo aver abbandonato il
cavallo Juve al suo triste destino, i “nemici” che Mourinho
giustamente additava avevano trovato nel Milan un nuovo possibile
ammazza-Inter.
Smaltita la botta del 4-0 di agosto, il Milan di Leonardo era
risuscito a risalire la china, nel morale e nel gioco, grazie anche al
coraggio tattico del suo allenatore. Leo aveva ottenuto buoni
risultati con un modulo molto spregiudicato, un 4-2-3-1 rinominato
“4-2-fantasia”.
Insomma, prima di quel derby di ritorno c’è chi ci crede e ci spera,
c’è chi prega e chi gufa, forse la dittatura sul campionato sta
finalmente per finire.


Chissà se l'Inter ora comincerà ad avere paura. (..) Il confronto è
inquietante: col Siena l'Inter ha dovuto giocare di rabbia per
rimontare 3 gol dei toscani e metterne a segno 4. Sempre col Siena i
gol - ancora 4 - li ha messi a segno il Milan e basta, senza prendere
nemmeno uno. Se si guarda il campionato con freddezza e distacco,
piuttosto che vedere nel Milan l'Anti-Inter è molto più corretto - al
momento - vedere nell'Inter l'Anti-Milan. (..)
Subito la situazione di classifica: Inter 46, Milan 40. Il Milan pur
essendo ancora secondo e a -6 ha giocato meglio, recentemente, tutte
le sue carte e ora è anche di mano. Ha superato brillantemente il
Siena, si avvia al derby in una condizione psicologica decisamente
migliore, può giocare il jolly del recupero con la Fiorentina. (..)
Dall'inizio di dicembre il Milan ha conquistato 12 punti, con 4
vittorie in 5 partite (la sesta è il match rinviato di Firenze) e pur
prendendo un schiaffone, poi rivelatosi molto salutare, col Palermo in
casa. Nello stesso periodo e con una partita in più l'Inter di punti
ne ha fatti 10: oltre alla sconfitta con la Juventus ha frenato con i
pareggi con Atalanta (1-1) e Bari (2-2). La differenza di rendimento è
evidente in fatto di punti e di gol. Sta all'Inter riprendere in mano
il gioco, evitando tracolli nel derby. All'andata fu un clamoroso 4-0
per i nerazzurri, ma il Milan era veramente nel punto più basso del
suo stentatissimo inizio. (..)
Il Milan - sempre con una partita in meno - ha gli stessi punti dello
scorso anno, è secondo invece che terzo ed è in corsa per lo scudetto.
Quando nella sostanza un anno fa non lo era. E se guardate la squadra
che ha fatto 4 gol al Siena, troviamo la formazione dello scorso anno,
con un Thiago Silva in più e l'inserimento di due terzini come
Antonini e Abate. Ma soprattutto troviamo due giocatori - Ronaldinho,
prima di tutti, e Borriello, recuperato dopo l'infortunio -
letteralmente trasformati. Tripletta con un fantastico gol dalla
distanza infilato in corsa nel sette. Leonardo ha liberato tutto
l'estro del brasiliano - ormai a quota 9 gol (più i 7 di Borriello e
altrettanti di Pato, infortunato) - e ha grattato via quella patina
del tempo che nascondeva il formidabile giocatore dei tempi del
Barcellona e del Pallone d'Oro. Per il Milan 8 vittorie in 9 giornate
e gol spettacolari. (..)
Curiosamente le due formazioni sono sostanzialmente sovrapponibili,
due squadre, come si dice, a specchio. Proviamoci usando come base la
formazione dell'Inter avanti in classifica. Julio Cesar (Dida); Maicon
(Abate), Lucio (Nesta), Samuel (Thiago Silva), Cordoba (Antonini);
Zanetti (Gattuso), Muntari (Flamini); Balotelli (Beckham), Sneijder
(Pirlo), Pandev (Ronaldinho); Milito (Borriello). In attesa che
l'Inter ritrovi tutti i suoi assenti, quasi tutti i giocatori tra
parentesi, sembrano essere in condizioni fisiche e psicologiche
migliori...
(..) c'è qualcosa - o forse molto - che non quadra dalla sconfitta con
la Juve in poi (5 dicembre). E le partite con Siena e Bari forniscono
anche gli stessi indizi: squadra messa pericolosamente sotto e
costretta a rimonte, entusiasmanti certamente, ma pur sempre toppe su
errori gravi. La capolista è tornata a sbagliare l'impostazione delle
partite, soffre le squadre veloci e grintose, quando entra in campo
non fa male e si fa sorprendere, corre insomma ad handicap. (..)
A Bari per un'ora l'Inter non è esistita, non ha mai tirato in porta,
nonostante schierasse Milito, Pandev, Balotelli e il solito Sneijder
(un po' più vivo degli altri). In difesa, con l'assenza di Chivu e la
squadra malcoperta dal centrocampo, il trio Lucio-Samuel-Cordoba è
stato ridicolizzato dai velocissimi Barreto, Meggiorini e Alvarez
[Stefano Zecchi, ilgiornale.it, 24 gennaio 2010]
ponziopilato
2012-01-20 14:15:04 UTC
Permalink
Post by Uno per la Vigna
Post by dario pistelli
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Ma si può leggere su un computer normale?
la domanda giusta è: ma uno normale può leggere una roba così?
e sto libraccio va a ruba? è del 2010 e viene a pubblicizzarlo oggi..
mahhh
Triplele!
2012-01-20 16:22:41 UTC
Permalink
Post by Uno per la Vigna
Post by dario pistelli
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Ma si può leggere su un computer normale?
Se vuoi perdere qualche diottria, si...
--
"un amico mi ha detto che sono come Rocky, prendo cazzotti ed è un
giusto paragone, sono pieno di sangue ma continuo a dire all'avversario
non mi fai male, tira più forte perché non mi stai facendo male".

CiRocky Balboa (TDO)
Tom Mockridge
2012-01-20 14:41:32 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
Hanno fatto di tutto per evitare che Mourinho vincesse lo scudetto.
C'e' solo un libro che racconta quello che è successo veramente.
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Mourinho e i nemici, il racconto di una stagione incredibile. Le sfide
decisive e il vento contrario. Sartre e i calamari. L’invidia dei
gufi, Palazzi a bordo campo, il calcio di Totti, il Grande Slam, il
delirio, l’addio.
"E’ una società che ha il mondo contro l’Inter, e i tifosi lo sanno.
Questo elimina un problema che qualunque altra squadra avrebbe, al
quinto scudetto di fila. E’ normale che il quinto non sia come il
primo, ci si abitua a tutto, anche alle vittorie. Ci si aspetterebbe
quindi che, anche in vista dell’impegno di Madrid, la gioa sia
contenuta, l’esultanza stemperata nella concentrazione per la finale
di coppa, di lì a sei giorni.
E invece no, nelle menti di Moratti, dei giocatori, dei tifosi, di
Mourinho, scorrono le immagini di una stagione passata a schivare
proiettili, parare colpi bassi, difendersi da attacchi e bassezze di
tutti i tipi.
Le profezie di Lippi, il calendario a misura di Juventus, la
squalifica di Maicon, i nemici, le espulsioni con la Samp, il pugno di
Mexes.
Le squalifiche di Maicon e di Mourinho, le partite rinviate da
Galliani, Ale-Diego-Melo, Palazzi a bordo campo, i premi a perdere di
Mezzaroma, le telecronache di Sky. L’inno di Venditti e la gazzarra di
Torino, il calcione di Totti, l’applauso di Sneijder e le proteste di
Borriello. Il vento contrario, l’entrata di Riise su Sneijder,
Controcampo, i gufi, gli insulti a Materazzi, la squadra dell’amore"
"Al 70’ la gara, di fatto, si chiude. L’azione che porta al secondo
gol arriva grazie ad una azione velocissima, respinta di Samuel, i
trequartisti riconquistano palla e la giocano in velocità (l’oliato
ingranaggio di Mou gira alla perfezione), poi Milito, ancora lui, fa
il resto (..)
Ventitrè minuti dopo, per moltissimi in Italia è un brutto momento. Il
movimento calcistico italiano, la federazione, la stampa
specializzata, tutto il sistema delle comunicazioni di massa, i
cronisti ossequiosi, i commentatori lividi e i soloni sempre smentiti
dai fatti, tutti devono mandare giù un boccone davvero amaro. E chissà
quando riusciranno a digerirlo"
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
sbaglio anno vero per il guardalinee che esultava al gol subito da
noi?? (Tagliavento?? contro il Milan?)
..PYT..
2012-01-21 00:03:24 UTC
Permalink
Post by Tom Mockridge
sbaglio anno vero per il guardalinee che esultava al gol subito da
noi?? (Tagliavento?? contro il Milan?)
Ayroldi contro la Fiorentina, gol di Kroldrup su corner... poi Pazzini
mette la Roma a cuccia.
dario pistelli
2012-01-21 13:09:25 UTC
Permalink
Post by ..PYT..
Ayroldi contro la Fiorentina, gol di Kroldrup su corner... poi Pazzini
mette la Roma a cuccia.
Già, grande Pazzo



Prima del ritorno in casa dei catalani, c’è una giornata importante di
campionato. Adesso la Roma è addirittura davanti. Ma l’Inter batte
l’Atalanta in casa, mentre i giallorossi perdono in casa una partita,
che si rivelerà decisiva, con la Sampdoria. I giallorossi all’Olimpico
vincono la sfida del tifo (e come potrebbe essere altrimenti?) coi
genovesi in trasferta.
La Samp, con un gol di Pazzini proprio nel finale, si accontenta dei
tre punti. Storari, nonostante sia un tifoso romanista, ci mette del
suo.
Finisce 1-2, giallorossi in lacrime, Inter di nuovo in testa.


Già un’ora prima del fischio d’inizio la Sud è piena e canta come se
all’inizio mancassero pochi minuti. Entra in campo la formazione
giallorossa ed è accolta da una vera e propria ovazione: sui tabelloni
dello stadio scorrono le immagini del derby.
È un applauso continuo che aumenta, e non poco, la sua intensità
quando a scendere in campo è Claudio Ranieri, che saluta la curva e
ringrazia. Parte l’inno: Roma Roma Roma è uno spettacolo ogni volta
più bello. (..)
Comincia la partita e cominciano i cori e i fischi contro Antonio
Cassano, beccato ad ogni tocco di palla.
Ci sono circa trecento tifosi della Sampdoria nel settore ospiti, ma
non si sentono mai fino al gol di Pazzini. I tifosi della Roma,
invece, non si fermano mai. Anzi, nel momento della difficoltà
“soffiano” alle spalle dei giocatori, come ripete spesso Claudio
Ranieri. Questa volta però non basta, perché la Samp raddoppia con
Pazzini e l’Olimpico accusa il colpo a tradimento. Giusto il tempo di
riorganizzare le idee e collegare la voce al cuore e si ricomincia a
cantare. Ma è il canto della sconfitta e della rassegnazione: “Noi non
ti lasceremo mai” e “Che sarà sarà”. E piangono tutti, compresi i
giocatori giallorossi [Il Romanista, 26 aprile 2010]


da "CONTRO TUTTI"
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
http://www.facebook.com/ControTuttiEbook
Tom Mockridge
2012-01-20 14:45:03 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
Hanno fatto di tutto per evitare che Mourinho vincesse lo scudetto.
C'e' solo un libro che racconta quello che è successo veramente.
Contro Tutti [Formato Kindle], di Dario Pistelli
Mourinho e i nemici, il racconto di una stagione incredibile. Le sfide
decisive e il vento contrario. Sartre e i calamari. L’invidia dei
gufi, Palazzi a bordo campo, il calcio di Totti, il Grande Slam, il
delirio, l’addio.
"E’ una società che ha il mondo contro l’Inter, e i tifosi lo sanno.
Questo elimina un problema che qualunque altra squadra avrebbe, al
quinto scudetto di fila. E’ normale che il quinto non sia come il
primo, ci si abitua a tutto, anche alle vittorie. Ci si aspetterebbe
quindi che, anche in vista dell’impegno di Madrid, la gioa sia
contenuta, l’esultanza stemperata nella concentrazione per la finale
di coppa, di lì a sei giorni.
E invece no, nelle menti di Moratti, dei giocatori, dei tifosi, di
Mourinho, scorrono le immagini di una stagione passata a schivare
proiettili, parare colpi bassi, difendersi da attacchi e bassezze di
tutti i tipi.
Le profezie di Lippi, il calendario a misura di Juventus, la
squalifica di Maicon, i nemici, le espulsioni con la Samp, il pugno di
Mexes.
Le squalifiche di Maicon e di Mourinho, le partite rinviate da
Galliani, Ale-Diego-Melo, Palazzi a bordo campo, i premi a perdere di
Mezzaroma, le telecronache di Sky. L’inno di Venditti e la gazzarra di
Torino, il calcione di Totti, l’applauso di Sneijder e le proteste di
Borriello. Il vento contrario, l’entrata di Riise su Sneijder,
Controcampo, i gufi, gli insulti a Materazzi, la squadra dell’amore"
"Al 70’ la gara, di fatto, si chiude. L’azione che porta al secondo
gol arriva grazie ad una azione velocissima, respinta di Samuel, i
trequartisti riconquistano palla e la giocano in velocità (l’oliato
ingranaggio di Mou gira alla perfezione), poi Milito, ancora lui, fa
il resto (..)
Ventitrè minuti dopo, per moltissimi in Italia è un brutto momento. Il
movimento calcistico italiano, la federazione, la stampa
specializzata, tutto il sistema delle comunicazioni di massa, i
cronisti ossequiosi, i commentatori lividi e i soloni sempre smentiti
dai fatti, tutti devono mandare giù un boccone davvero amaro. E chissà
quando riusciranno a digerirlo"
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
cazzerola, ma davvero non è stato edito il libro classico?
rufai
2012-01-22 10:25:52 UTC
Permalink
A prescindere dalla qualità del libro comunque sarebbe buona cosa segnalare nell'Oggetto lo SPAM che stai facendo o per lo meno la pubblicità gratis che ti fai...

rufai
dario pistelli
2012-01-23 11:13:04 UTC
Permalink
Post by rufai
A prescindere dalla qualità del libro comunque sarebbe buona cosa segnalare nell'Oggetto lo SPAM che stai facendo o per lo meno la pubblicità gratis che ti fai...
rufai
Pubblicità gratis?
E' colpa mia se abbiamo tutti contro?

Leggi il CorSport di oggi. Sono loro che mi fanno pubblicità.

CONTRO TUTTI
http://www.amazon.it/Contro-Tutti-ebook/dp/B003QTDMBQ
http://www.facebook.com/ControTuttiEbook
ponziopilato
2012-01-23 11:38:45 UTC
Permalink
Post by dario pistelli
E' colpa mia se abbiamo tutti contro?
ma ROTFL
ma non ti fai pena da solo?
rufai
2012-01-23 14:22:46 UTC
Permalink
hai capito tutto eh?

rufai

Continua a leggere su narkive:
Loading...